Nek è stato criticato aspramente dalla stampa e dai suoi fan, in questi giorni infatti il web brulica di commenti riguardo quanto accaduto durante le sue vacanze. Si trovava al Twiga, un locale situato a Marina di Pietrasanta, una località in provincia di Lucca. Da tempo immemore il cantante è solito frequentare tale posto, ma quest’anno è stato accusato di aver tenuto un concerto in maniera abusiva. I video hanno fatto il giro del web, c’erano gli spettatori che cantavano e ballavano tutt’intorno, senza mascherina e senza distanziamento di sicurezza. Nek, dopo aver visto le critiche, ha deciso di prendersi il suo tempo per rispondere, per farlo con calma, non nella rabbia del momento.

Così, con tutta calma, ha spiegato ai fan come si è svolta la situazione realmente. Il cantante si trovava al solito posto, con la famiglia, era intento a mangiare, stava consumando una cena nello stabilimento in cui era solito andare da anni. Poi all’improvviso è accaduto, il dj ha suonato una canzone, un pezzo che tutti hanno riconosciuto essere di Nek. Quindi, dopo aver realizzato che il cantante si trovava seduto proprio ad uno dei tavoli del locale, lo hanno invitato a cantare, insistendo e spinti dall’entusiasmo.

Lui, preso dalla gioia del momento, non si è fatto pregare troppo e, afferrato il microfono, ha cominciato a dare il meglio di sé. Qualcuno ha registrato le immagini e ha diffuso il video sui social e, immancabilmente, è scattata la polemica. Nek è stato accusato di aver infranto le norme di sicurezza, di aver tenuto un concerto in maniera abusiva. In realtà, ha spiegato, nel momento in cui è avvenuto il fatto non ha realizzato che, mentre lui cantava, attorno a lui c’erano dei fan accalcati; ha ammesso di essere stato superficiale, di aver agito con troppa leggerezza.