I rottweiler sono animali bellissimi, eppure molteplici sono gli episodi che li vedono aggredire persone indifese. L’ultimo è accaduto in provincia di Bologna, dove due – secondo alcuni tre – cani hanno aggredito due bambini, due gemellini di appena sei anni. I proprietari sono sconvolti e del tutto in buona fede, in tanti anni i loro animali non avevano mai dato segni di violenza o aggressività. “Non avremo più cani”, ha affermato una di loro, alquanto scossa dai fatti. Quanto ai bambini, sono ancora ricoverati in ospedale, dove sono stati sottomessi a diverse operazioni per porre un rimedio alle ferite riportate su tutto il corpo.

La loro vita sarà segnata per sempre da quanto accaduto, dal momento i rottweiler li hanno aggrediti al volto e alle natiche. Per fortuna, le funzionalità, almeno secondo quel che si pensa fino a ora, saranno recuperate in pieno. Anche lo stesso proprietario ha riportato una ferita alla testa: l’uomo, di 67 anni, dopo essersi reso conto della situazione infatti, è intervenuto in favore dei due gemellini tentando di frenare la furia dei suoi animali. Il che dimostra la sua buona fede, il fatto che mai si sarebbe aspettato una reazione del genere da parte dei suoi animali fidati di una vita.

“La loro vita non sarà mai più la stessa”, queste le lamentele legittime dei familiari della coppia di gemelli. Il padre e lo zio dei due bambini hanno avuto l’ultima parola, dopo aver atteso l’esito delle numerose operazioni cui i due sono stati sottoposti. Al momento si trovano in terapia intensiva e fortunatamente non sono in pericolo di vita, ma l’episodio di violenza li segnerà per sempre. Il proprietario dei rottweiler intanto è stato denunciato per omissione di custodia nei confronti dei suoi animali e per lesioni gravi colpose nei confronti dei due bambini vittime dell’aggressione.