È morto agonizzante fra il caldo e le sofferenze della stagione estiva: stiamo parlando di un pincher che è stato abbandonato sul balconcino di casa dai suoi proprietari. È accaduto a Caltanissetta, in Sicilia, e i due padroni del cucciolo sono stati denunciati per maltrattamento di animali. Ma andiamo con ordine, ecco cos’è successo: i due, un uomo e una donna, stavano litigando, come è stato riferito anche dai vicini. Poi, a un certo punto hanno lasciato la loro casa e sono partiti per qualche giorno, dimenticando completamente che il loro cane si trovava sul balcone. Lo hanno chiuso all’esterno senza alcuna provvista, né cibo, né acqua né riparo.

Il pincher è rimasto al sole, con delle temperature che rasentavano i 40 gradi, e dopo due giorni di sofferenza è stato soccorso, ma è stato troppo tardi. A prestare aiuto sono stati i vigili del fuoco, chiamati da un vicino di casa della coppia, che si è accorto della situazione e l’ha denunciata. Quando però sono arrivati i pompieri, il cane era visibilmente provato, dato che non mangiava e non beveva da giorni. Non c’era neppure un posto all’ombra sul balconcino, in modo da offrire un riparo al cane, che è morto disidratato sotto il calore di agosto.

Non è chiaro se il cane sia stato lasciato sul balcone intenzionalmente, ma dato che tale azione non avrebbe senso, si pensa che sia stata una dimenticanza. Una di quelle però, che è costata la vita al cane, il quale si è spento in maniera lenta e dolorosa; a nulla sono valsi i soccorsi negli ultimi minuti di vita, quando è stato recuperato. E quando i medici hanno provato a rianimarlo già non dava più segni di vita. Ora i proprietari dovranno rispondere alle accuse, essendo responsabili della sofferenza e della morte del loro amico a quattro zampe.