Un semplice balletto su Tik Tok può costare la libertà, così quel che sembra un paradosso per noi, una realtà molto lontana, è purtroppo all’ordine del giorno in alcuni paesi. Tra questi spicca l’Egitto, dove ben cinque influencer sono state intercettate e arrestate dalle locali forze dell’ordine per aver violato il codice morale pubblico. La loro colpa è semplicemente quella di aver girato un video sul social Tik Tok, una piattaforma cinese sulla quale è possibile caricare e modificare dei video amatoriali, divenendo virali in tutto il mondo. Le ragazze erano vestite alla maniera occidentale, truccate benissimo, tanto da fare invidia alle star internazionali.

Nel video incriminato non stavano facendo altro che ballare un pezzo di musica hip hop. La più famosa di queste si chiama Haneen Hossam e conta milioni di seguaci e milioni di likes sui social. Ma la fama non conta nulla quando incontra dei diritti inesistenti e una cultura rigida che condanna anche un semplice balletto fin troppo occidentalizzato. Le ragazze sono state portate in carcere, non è stato comunicato quanto tempo vi trascorreranno, ma è stato reso noto che, oltre la galera, dovranno pagare una multa in denaro. Una somma pari a circa 13mila euro, ma il principio va oltre qualsiasi forma di pagamento.

Infatti la vicenda ha suscitato il malcontento nel mondo occidentale, e giustamente; per una realtà che fin troppo spesso condanna le libertà personali e che ancora si attiene ai desueti modelli patriarcali. Nonostante le varie proteste, nonostante tutti i modi in cui giornalisti e media cerchino di sensibilizzare il pubblico su un tema delicato quale quello dei diritti delle donne, purtroppo siamo ancora costretti a sentire storie del genere. Con la speranza che, grazie ai mezzi odierni di diffusione delle informazioni, si possa arrivare un giorno alla tanto ambita parità dei sessi.