Prima le parole che hanno sconvolto il popolo del web, poi le aspre critiche e infine le scuse – così si è conclusa, o almeno si spera che sia conclusa, la vicenda Bocelli e covid. Il tenore italiano negli scorsi giorni ha partecipato ad un convegno negazionista al quale hanno partecipato anche alcuni esponenti della Lega, Vittorio Sgarbi e l’oramai noto professor Zangrillo. Il suo intervento ha scatenato le polemiche soprattutto da parte di chi ha visto con i propri occhi gli effetti del virus, così il cantante ha ritenuto necessario scusarsi con un video privato pubblicato su Facebook. È stato girato in casa, è evidente che il cantante ha avuto l’esigenza di scusarsi, dicendo che quanto ha detto non voleva essere offensivo.

La sua stessa famiglia infatti è stata colpita per intero dal coronavirus e ha potuto vivere in prima persona tutti i disagi collegati alla malattia. Quindi Bocelli ha spiegato che con le sue parole voleva semplicemente auspicare a un futuro roseo, in cui tutti possano tornare alla normalità. In particolare i bambini, che sono stati fra le categorie più penalizzate, non potendo uscire, giocare e abbracciarsi come è normale che sia. Ancora una volta, ha sottolineato che lui stesso si è impegnato in prima linea per aiutare coloro che erano nel bisogno.

Quindi ha concluso dicendo che non era sua intenzione provocare ulteriore sofferenza a chi ne ha già avuta troppa. Le sue intenzioni invece erano completamente diverse e non intendeva in alcun modo offendere il suo pubblico. Ha così chiesto in maniera sincera e spontanea scusa ai suoi follower, o più in generale a tutti coloro che hanno udito il suo messaggio e ne sono rimasti offesi. Un modo senza dubbio elegante e onesto con cui chiedere scusa, tornando sui suoi passi, a tutti i suoi ascoltatori.