È stato un grande fraintendimento quello di Andrea Bocelli, che nelle ultime ore è il cantante italiano più chiacchierato. Infatti, in una riunione al Senato il tenore ha dichiarato i suoi sentimenti nei confronti della pandemia, di quel che tutti hanno passato. Si è definito quindi umiliato e offeso dal momento che gli è stata tolta la libertà di uscire di casa, parole che hanno risuonato a gran voce sul web. Sono stati molti a rispondere, a controbattere senza farsi troppo problemi, come Fedez o Gassman; a irritare di più il primo, il rapper marito di Chiara Ferragni, è stato il fatto che Bocelli ha dichiarato di non conoscere nessuno che è andato in terapia intensiva.

Sono stati spietati i post in risposta alle parole di Bocelli, interpretate come una negazione del covid, cosa non poco comune dal momento che sono in molti a pensare che si tratti di una montatura. Quindi Fedez ha fatto riferimento al giovane ragazzo di appena 18 anni che ha dovuto subire un trapianto di polmoni a motivo del virus. Mentre si parlava di mostrare rispetto nei confronti delle vittime, dicendo che talvolta è meglio non parlare affatto, Bocelli spiegava il perché delle sue parole alquanto equivoche.

Ha respinto in tutti i modi le ipotesi secondo cui fosse un negazionista, dicendo anzi di aver cercato in tutti i modi di rendersi utile nel momento del bisogno. Basti pensare alla sua fondazione omonima, che dal primo giorno ha cercato di aiutare i cittadini maggiormente colpiti dall’emergenza covid. Quindi ha detto di non essere affatto un negazionista, anzi di voler cercare una soluzione trasversale; la sua lamentela più che altro era rivolta al divieto di uscire di casa dal momento che, come ha detto lui, alla sua età ha bisogno di sole e di vitamina D.