Abbandonati lungo un fiume, appesi a una staccionata: queste le sorti di alcuni cuccioli di collie che sono stati ritrovati in Irlanda. La vicenda ha dell’incredibile e, nonostante tutto quello a cui i piccoli sono andati incontro, hanno avuto un minimo di fortuna nella tragedia. Qualcuno infatti li ha rinchiusi in un sacchetto di plastica e poi, ha appeso l’involucro lungo una staccionata, lasciando i cuccioli in balia del destino. Non ce l’avrebbero fatta, se qualcuno non fosse passato lungo il fiume e li avesse salvati, appena in tempo. Sarebbero morti per asfissia se dei passanti non li avessero raccolti salvando loro la vita.

I salvatori dei cuccioli li hanno poi portati nella più vicina clinica veterinaria, per assicurarsi che ricevessero le dovute cure. I medici li hanno messi in salvo, fornendo loro tutto il supporto di cui avevano bisogno; il veterinario che li ha curati ha denunciato la situazione, per accertarsi che tragedie del genere non si verifichino più. Per fortuna, il sacchetto di plastica in cui sono stati rinchiusi come prigionieri, si è lacerato in un punto e, la piccola apertura che si è creata, ha permesso ai cuccioli di respirare. Questa è stata la loro salvezza, per una falla nella trappola sono riusciti a respirare e a ricevere l’ossigeno necessario.

Casi del genere sono sempre più frequenti, durante questa settimana ce ne sono stati molti in Irlanda. Ecco perché è partito l’appello della clinica, affinché non ci siano altri cuccioli che vengono barbaramente abbandonati, ovvero condannati a morte a poche settimane di età. Non solo, il dottore ha anche fornito ai cittadini alcune indicazioni per chiunque dovesse imbattersi in piccoli abbandonati; si tratta di istruzioni per il primo soccorso, per chi non sa come comportarsi quando si trova davanti un piccolo cucciolo indifeso.