Prima l’hanno rapita, poi le hanno tolto i figli e, per finire, l’hanno lasciata per strada, agonizzante, senza il minimo aiuto. Stiamo parlando di una vicenda che si è verificata in Irlanda, dove c’è stato l’ennesimo caso di crudeltà verso gli animali. Alcuni ladri infatti hanno rapito un’intera famiglia di cani, sia la mamma che i cuccioli; i piccoli erano sette, di una razza molto costosa, ovvero di Springler Spaniel, un tipo di cane che ha un elevato valore sul mercato nero. L’intera famigliola è stata rapita, poi i cuccioli sono stati separati dalla propria madre, che non aveva più alcuna utilità per i ladri.

La cagnolina si chiama Daisy ed è stata ritrovata a 100 km circa dal punto in cui è stata rapita, ovvero la sua casa. I ladri hanno dovuto disfarsi del microchip che Daisy aveva, per non essere identificati e raggiunti dalle forze dell’ordine, che sono intervenute in un secondo momento. I criminali hanno estratto in maniera cruda e dolorosa il microchip dall’organismo dell’animale causandole una brutta ferita e dopo, l’hanno abbandonata per strada senza assicurarsi che stesse bene. Quindi Daisy è rimasta sanguinante per le strade del paese senza nessuno che la soccorresse; per fortuna è stata ritrovata e ora è fuor pericolo.

Nonostante ciò, ancora è disperata perché le mancano i suoi cuccioli, i figli che le sono stati portati via da un momento all’altro. La padrona, una donna di nome Patricia, dopo aver contattato i poliziotti ha fatto quanto era in suo potere per trovare i piccoli, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare. Probabilmente già sono stati venduti, dal momento che si tratta di un mercato molto redditizio; i cuccioli entro poche settimane sarebbero stati dati in adozione, ma toglierli alle cure della madre così precocemente è dannoso per la loro salute e per quella della mamma.