Kanye West si candida per le elezioni presidenziali negli Stati Uniti: tale notizia ha già sorpreso in maniera più che abbondante gli elettori americani. E, per chi non ha preso sul serio l’impegno del cantante fino ad oggi, lo stesso risponde con la sua rubrica di comizi. Non ha tenuto fede a tutte le date, ma sono stati riportati alcuni appuntamenti dai media, come quello della Carolina del Sud, in cui il rapper si è presentato con tanto di giubbotto antiproiettile. È stato definito come irrazionale, ma allo stesso tempo potente e ricco di pathos, tanto da attirare l’attenzione di svariati partecipanti.

Kanye West ha 43 anni e una lunga carriera alle spalle, è divenuto famoso con la sua musica e, fino a poco fa non era chiaro se volesse sul serio buttarsi in politica o se la sua fosse semplicemente una provocazione. Ma data l’ultima svolta degli eventi, non è da escludere che il cantante sia veramente intenzionato a mettersi in gioco. Nel suo ultimo comizio, di cui si è parlato su tutte le maggiori testate giornalistiche americane e non solo, ha parlato di alcuni temi importanti, delicati, che gli stanno particolarmente a cuore. Tempo fa disse di essere un supporter dell’attuale Presidente Donald Trump, e ora sembra condividerne gli ideali.

Ha parlato di razzismo – che secondo lui è fin troppo dibattuto – ma anche di aborto, dichiarandosi apertamente contrario. A preoccupare alcuni però, sono le dichiarazioni fatte tempo fa in televisione, da David Letterman, quando disse di essere affetto da disturbo bipolare. In effetti negli anni non sono mancate le dimostrazioni di squilibrio mentale, e a questo si aggiunge il fatto che lo scorso anno il rapper ha dichiarato, con una certa fierezza, di non prendere i medicinali per la sua malattia. Sarà solo il tempo a dirci quali sono le vere intenzioni di Kanye West ed eventualmente degli elettori americani.