Voleva semplicemente fare un dispetto al proprio compagno, ma a pagare per la sua rabbia è stato il cucciolo di casa, un piccolo di appena setti mesi, che ci ha rimesso la vita. Ma ecco come si è svolta la vicenda: la coppia si trovava in un appartamento a Catania, la casa che entrambi condividevano. La relazione già da tempo era burrascosa e i due non andavano per nulla d’accordo, ma, quando c’è stato l’ennesimo litigio, lei non ha resistito. La donna della coppia, una donna di 44 anni, voleva infatti costringere il suo compagno ad abbandonare la casa, voleva cacciarlo a tutti i costi.

Così, per fare un dispetto, ha afferrato il cagnolino dell’uomo e lo ha letteralmente buttato dalla finestra. Il cane, un cucciolo di piccola taglia, era già delicato date le dimensioni e l’età, ma non ha retto il colpo subito, anche perché il punto da cui è stato lanciato era il quarto piano. L’impatto è stato fatale per lui e, nonostante sia stato soccorso subito dopo la caduta, purtroppo non c’è stato nulla da fare, è morto poco dopo il terribile colpo. Sul luogo sono stati contattati i carabinieri per denunciare la donna, che ora dovrà rispondere alle accuse; anche il veterinario locale è stato chiamato, ma non ha potuto far nulla per salvare la vita al cucciolo.

Non era di certo la prima volta che la donna metteva in scena dei comportamenti anomali, ma stavolta ha decisamente superato sé stessa. Infatti la 44enne aveva già dei precedenti penali, ragion per cui, dopo essere stata bloccata dalle forze dell’ordine, che hanno udito tutta la storia, è stata accusata di maltrattamento animali, con conseguente decesso. Purtroppo episodi del genere non sono isolati e spesso capita che, per sfogare un impulso di rabbia ci vadano di mezzo gli animali, vittime innocenti.