Una delle località turistiche più belle del nostro paese rischia di essere rovinata, almeno durante la stagione estiva. Si tratta della Marina di Grosseto, una località della Toscana che da sempre accoglie migliaia di turisti, dal momento che è una dei posti con la bandiera blu. Il problema è nato in questi giorni quando sono state avvistate delle macchie di petrolio in acqua, inquinando tutta la zona e rendendola inagibile per i bagnanti. Il petrolio rilasciato in mare, secondo quanto sostenuto dalle autorità locali, proviene da un’imbarcazione che ha avuto una perdita, danneggiando una ampia porzione di mare.

L’evento è stato alquanto grave, infatti la Capitaneria di Porto è stata costretta ad intervenire in maniera tempestiva per evitare un peggioramento della situazione. Il carburante rilasciato dall’imbarcazione ha fatto preoccupare seriamente le autorità del posto, infatti tutti i bagnanti sono stati evacuati. Gli agenti hanno intimato loro di uscire immediatamente dall’acqua dal momento che quando sono comparse le macchie nessuno sapeva con precisione di cosa si trattasse. Ad ogni modo per la sicurezza pubblica è stato meglio prevenire ulteriori disastri, ragion per cui la zona resterà “isolata” durante i prossimi giorni e non sarà possibile bagnarsi nelle acque contaminate fino a quando non saranno ripulite.

Già si sono messi all’opera in tal senso gli agenti della Capitaneria di Porto, che hanno subito provveduto a purificare l’acqua, per quanto sia possibile. Hanno utilizzato circa 200 metri di panni assorbenti, ovvero degli specifici dispositivi per assorbire idrocarburi e altri inquinanti, in modo da rendere l’acqua del mare nuovamente pura nel minor tempo possibile. Non è possibile fare una previsione di quando sarà possibile immergersi nuovamente nelle acque di Marina di Grosseto. Nel frattempo però i cittadini del posto e i bagnanti sono stati rassicurati sul fatto che ci sarà un’attenta ricerca dell’imbarcazione responsabile del disastro.