Hanno ucciso la mamma prima che potesse cominciare a prendersi cura dei suoi cuccioli: è accaduto a Vigliano, un paese in provincia di Biella. Mamma gatta è stata uccisa da alcuni colpi di fucile ad aria compressa, poco dopo la nascita dei suoi sei cuccioli. Questi ultimi sono rimasti senza alcuna protezione, dal momento che la madre è venuta a mancare quando i piccoli stavano per venire al mondo. Ancora non è stato individuato il responsabile di un gesto tanto privo di pietà e di umanità, ma i carabinieri hanno aperto delle indagini per capire chi ci sia dietro il terribile misfatto.

I cuccioli invece sono stati recuperati prima che fosse troppo tardi e, anche se al momento del ritrovamento erano terribilmente spaventati e sotto shock, per fortuna non hanno riportato lesioni. I cuccioli sono stati presi in cura da tre responsabili che hanno deciso di accudirli fino a quando non avranno raggiunto un’età tale da potersela cavare in maniera autonoma. L’intera comunità ha contribuito al benessere dei gattini, tramite provviste materiali come latte in polvere, biberon e altri tipi di accessori necessari per prendersi cura dei piccoli. Gli abitanti della cittadina sono rimasti tutti egualmente scossi da quello che è accaduto e ora stanno facendo del loro meglio per garantire un futuro ai gattini orfani e per trovare il responsabile dell’omicidio della mamma gatta.

Il fatto è stato reso noto da una donna residente del posto, che ha fatto la segnalazione alle forze dell’ordine, dopo aver assistito alla terribile scena. È stato grazie a lei che gli agenti sono intervenuti in maniera tempestiva e, anche se per la mamma non c’è stato nulla da fare, i suoi piccoli sono stati salvati per tempo. I cittadini e i lettori sono sconvolti dall’accaduti e comprensibilmente indignati per il maltrattamento dell’intera cucciolata.