Un caso di insensibilità e inciviltà unico come pochi, quello che si è verificato a Milano, dove uno dei primi cimiteri per animali a nascere in Italia è stato vandalizzato da ignoti. È il più grande nel nostro paese e per tale motivo è molto noto, si tratta di una vera e propria istituzione, un luogo in cui i proprietari di animali possono garantire una degna sepoltura ai loro amati. Con tanto di lapidi e cerimonie, si chiama “Il Fido Custode” e ospita centinaia di animali, occupa una superficie di 50mila metri quadri, in modo da poter dare un luogo di sepoltura a moltissimi animali.

Il cimitero è entrato in funzione nel 2014 ed ha rappresentato un luogo molto importante, dal momento che ha permesso ai padroni dei defunti animali di avere un certo sollievo, di poter fare ai pet un saluto ufficiale. Tutto ciò è stato palesemente insultato durante la notte tra venerdì e sabato, quando delle persone si sono introdotte nel cimitero e hanno distrutto tutto. Ancora non sono stati identificati i responsabili del vile gesto, ma i danni procurati alla struttura sono ingenti. Prima hanno scardinato il cancello che si trova all’ingresso, quindi, dopo aver forzato l’entrata si sono fatti strada fra le lapidi e hanno distrutto tutto.

Gli autori dell’atto vandalico hanno portato via alcuni dei vasi portafiori, poi hanno divelto le lapidi e hanno lasciato le tombe scoperte. Il gesto è stato puramente vandalico e, a parte i vasi che accompagnavano le tombe, non è stato rubato nulla. Ci vorrà del tempo prima che il cimitero ritorni alle attività quotidiane prima che venisse deturpato: per i proprietari di cani e gatti rappresenta una grande risorsa. Permette loro di seppellire o di cremare gli animali domestici, offrendo una cerimonia che possa preservare il ricordo dei propri cari.