Può capitare di incontrare animaletti selvatici nel proprio giardino: scoiattoli, serpenti o topi. Ma non in tutti i paesi gli animali sono così “scontati” e, ad esempio, come è accaduto in Alaska, ci si può trovare di fronte degli esemplari di grossa taglia. La storia è ambientata nel giardino di una famiglia locale, i Rydstrom, che un bel mattino si sono svegliati in compagnia di un alce con la sua famigliola al seguito. Erano in 5 e si sono accampati nel giardino per un’intera giornata, godendosi, indisturbati, l’aria fresca del giardino dei Rydstorm. Il papà Roland ha fatto degli scatti e li ha pubblicati sui social scatenando l’invidia dei suoi contatti.

Non è un caso isolato, ma è un fenomeno abbastanza comune in Alaska quello di ritrovarsi il giardino invaso dagli alci. Questi animali non sono affatto infastiditi o spaventati dalla presenza degli esseri umani, anzi sembrano essere abbastanza a loro agio. Ovviamente anche le persone si guardano dall’avvicinarsi troppo a loro e sono sempre attente a mantenere le dovute distanze per scongiurare qualsiasi brutta sorpresa. Anche in Alaska la quarantena ha esacerbato alcune caratteristiche degli animali locali, facendo vincere loro la timidezza e facendoli spostare verso le strade pubbliche e i cortili.

Così sono in molti coloro che si sono ritrovati degli alci nel giardino; sono animali del tutto tranquilli e inoffensivi, incuriositi dalla situazione che è venuta a crearsi negli ultimi mesi. Hanno voluto sfruttare l’occasione per esplorare un nuovo territorio verso il quale non si erano mai spinti prima d’ora. Gli abitanti del posto hanno accolto con entusiasmo la novità, dal momento che, per quanto sia un fenomeno strano e anomalo, un alce nel proprio giardino è sempre una bella e gradita sorpresa. Dopo una giornata nel giardino dei Rydstorm, la famiglia di alci è andata via, alla ricerca di nuove mete.