Un’offerta allettante quella fatta a chi aiuterà nella cattura dei criminali, si tratta di una somma di ben 10mila euro. Questo per aver ucciso un tipo di orso in via d’estinzione sui Pirenei della Francia, andando a decimare una specie già di per sé in pericolo. L’orso è stato ammazzato a colpi di fucile, il motivo non è chiaro ma, molto probabilmente, come spesso accade, si tratta di un ennesimo caso di caccia. Il cadavere dell’orso è stato trovato qualche giorno dopo l’accaduto, era stato ben nascosto nei boschi, fra i cespugli, ma nonostante ciò le autorità lo hanno trovato.

La Sea Sheperd France, che da anni si occupa della tutela degli animali in pericolo, in particolare tutti quegli animali a rischio di estinzione come gli orsi, ha deciso di provvedere. E stavolta gli operatori non si sono limitati solo a fare degli appelli, non hanno semplicemente sensibilizzato il pubblico come accade in questi casi. Piuttosto hanno offerto una vera e propria ricompensa materiale, quindi hanno reso noto che chiunque parteciperà e aiuterà le forze dell’ordine a trovare i responsabili del terribile atto sarà premiato. Sono stati messi in palio ben 10mila euro, un’offerta allettante per chiunque aiuti nel trovare il cacciatore che ha infranto le regole.

Quella degli orsi è una specie in pericolo da anni, dal momento che molti sono i cacciatori che prendono di mira sia adulti che cuccioli. Oramai gli esemplari sono quasi estinti, ma questo non sembra fermare i bracconieri dei Pirenei, i quali continuano imperterriti nel loro operato, non tenendo conto del danno ambientale che causano. Nel 2004 un cacciatore venne multato per un atto simile e fu condannato a pagare un risarcimento di 10mila euro; una somma esigua, considerando che poteva arrivare a 150mila euro e alla quale potevano unirsi tre anni di carcere.