I cuccioli essendo piccoli e delicati andrebbero rispettati: questa verità però non è sempre considerata scontata da tutti, come è stato dimostrato da quel che è accaduto a Londra. Un runner, mentre era intento a correre in un parco, il Richmond Park, si è imbattuto in un paio di cigni; questi bellissimi animali sono molto comuni nei parchi inglesi. I cittadini sono oramai abituati, o quasi alla loro presenza ma non tutti purtroppo, apprezzano la bellezza di questi uccelli che si alternano fra lago e terra. Il runner in questione, di sicuro non apprezza la presenza dei volatili, tanto da prenderli a calci.

Non è uno scherzo, non è un’esagerazione, l’uomo, che ancora non è stato identificato, quando ha visto i due cigni ha dato loro delle pedate. Quello più grande è riuscito a mettersi in salvo ed è scappato, mentre quello più piccolo è rimasto a terra, dolorante, senza riuscire più a muoversi. Alcuni testimoni hanno assistito alla scena e una volta avvicinatisi all’animale si sono resi conto che la situazione era grave. Così hanno subito provveduto a chiamare i soccorsi, ovvero i volontari dello Swan Sanctuary, che in poco tempo sono giunti sul luogo e hanno raccolto il piccolo cigno.

Increduli, lo hanno portato in una struttura ospedaliera dove i veterinari si sono presi cura del cigno; questo ha avuto bisogno di due giorni di cure mediche. Dopo essere stato in terapia intensiva però, purtroppo non ce l’ha fatta, è morto; a diffondere la notizia sono stati gli stessi suoi salvatori, i volontari dello Swan Sanctuary. La notizia si è amplificata e ha suscitato una certa indignazione dal momento che i cigni vivono nel loro habitat naturale e non disturbano nessuno. Quello raccontato è solo uno dei tanti episodi di violenza che si sono verificati nell’ultima settimana nella capitale inglese.