Ancora cuccioli di cinghiale che vagano indisturbati per le strade: succede a Roma e di certo non è una novità, infatti era già accaduto qualche mese fa a Monte Mario. Erano stati avvistati dei cinghiali che camminavano per strada, ignari di tutto, alla ricerca di cibo. Anche stavolta, pochi giorni fa, sono stati avvistati dei piccoli cuccioli di cinghiale che stavano scavando letteralmente fra i rifiuti organici, in mezzo a dei cassonetti nel bel mezzo della Capitale. Nel quartiere di Monte Mario hanno attirato l’attenzione dei passanti, che sono rimasti sorpresi e affascinati; quello che è divenuto un evento abbastanza comune in tempi di quarantena fino a pochi mesi fa non era neppure immaginabile.

Non era una cosa da tutti i giorni infatti imbattersi in animali selvatici, soprattutto esemplari grossi e potenzialmente pericolosi come i cinghiali. E ora, capita sempre più spesso invece, trovarsi a contatto con i cinghiali sta diventando quasi un’abitudine, anche a Monte Mario, dove era già stata accertata la presenza di cinghiali. Tra i passanti, ce n’è una che ha voluto lanciare un messaggio importante ai concittadini: si chiama Alberta Pacini e ha dato alcune indicazioni su cosa fare quando ci si imbatte in cinghiali e animali selvatici. Anche se potrebbe sembrare una buona idea, non bisogna mai dar loro da mangiare, in quanto si farebbero molti danni.

Si andrebbe contro la loro natura di animali selvatici facendo li abituare ad una vita più comoda; quindi perderebbero la loro propensione alla caccia. In tal modo, abbassando la guardia, diventerebbero molto vulnerabili a qualsiasi tipo di predatore, a qualsiasi pericolo. Tra questi pericoli ci sono anche, ad esempio, gli automobilisti, che potrebbero investire soprattutto i cuccioli, più piccoli e meno facilmente visibili dalla vettura. Ecco perché, quando si vedono animali selvatici è importante ricordare la loro natura e quindi, starne alla larga.