Grande riapertura delle discoteche per il prossimo 15 giugno: questa la notizia che ha mandato in estasi i giovani, ai quali sarà nuovamente concessa la vita notturna fra pochi giorni. Certo, non sarà esattamente come prima, ma sarà necessario rispettare delle regole di sicurezza, onde evitare nuovi focolai. Innanzitutto sarà fondamentale rispettare le distanze, che dovranno essere di almeno 2 metri e, nel caso in cui non sia possibile tale distanziamento bisognerà indossare la mascherina. Basterà un po’ di attenzione, per ripartire poco alla volta e tornare a far lavorare tutte le attività, inclusi i locali. A quanto pare saranno privilegiati i locali all’aperto per evitare qualsiasi rischio.

Anche i balli di coppia saranno banditi in quanto non rispettano le norme di sicurezza: questa decisione ha suscitato il malcontento soprattutto per quel che riguarda gli abituali ballerini di valzer, mazurka e tango. Inoltre, in tutti i locali saranno disposti degli igienizzanti per le mani e dei termometri per misurare la temperatura all’ingresso del locale. Finalmente si ricomincia, ma è fondamentale fare molta attenzione, essendo addirittura essendo maniacali se necessario. Si tratta di misure che all’inizio possono sembrare troppo drastiche o eccessive ma che col tempo daranno i risultati.

Ad essere maggiormente scontenti di questa disposizione sono gli anziani e i gestori dei club di ballo per loro. Infatti i balli di coppia rappresentano per essi un momento di socialità e convivialità, e, dal momento che non sarà possibile quest’anno riunirsi in tali occasioni. Dal momento che sarà concesso ai giovani infatti anche la categoria più anziana vorrebbe avere le proprie occasioni di svago in tal senso. Ovviamente queste considerazioni sono del tutto relative all’evoluzione della situazione sanitaria in Italia e, se dovesse esserci un picco di contagi si renderebbe necessario un passo indietro rispetto a quanto programmato per locali e discoteche.