Sono stati salvati appena in tempo gli otto cuccioli a Terlizzi, comune situato in provincia di Bari. Si trovavano in un pozzo, parzialmente coperti dall’acqua, ed è stato grazie al lavoro sia dei vigili del fuoco che di alcuni volontari animalisti che è stato possibile il salvataggio. La storia ha dell’incredibile: i piccoli sono finiti erroneamente nel pozzo, probabilmente per una piccola distrazione della mamma. Quest’ultima, una grossa cagnolona senza casa, ha capito il pericolo che i suoi cuccioli stavano correndo, quindi ha deciso di chiedere aiuto nell’unico modo in cui poteva farlo. Perciò ha cominciato ad abbaiare, rivolta ai passanti, per attirare la loro attenzione.

La mamma disperata è riuscita nel suo intento e, nel giro di pochi minuti, ha attirato un gruppo di passanti che subito si sono radunati vicino al pozzo. Quindi hanno tentato in tutti i modi di salvare i piccoli, riuscendo con un po’ di fortuna e tanto, ma tanto impegno, infatti l’intera operazione ha richiesto alcune ore. Il tutto è stato possibile grazie all’intervento dei vigili del fuoco, che sono stati chiamati dai cittadini e si sono letteralmente calati all’interno del pozzo per salvare la vita ai cuccioli. Inizialmente si credeva che fossero solo 5 ma, dopo aver salvato questi ne sono usciti altri 3, inizialmente nascosti alla vista perché si trovavano al di sotto degli altri.

La buona notizia è che sono tutti sani e salvi, perfettamente in salute: sono stati salvati in tempo e ora sono in cerca di una famiglia che dia loro tutto l’amore che meritano. I vigili del fuoco hanno dovuto svolgere un lavoro non indifferente per salvare la vita ai cuccioli, infatti questi erano intrappolati all’interno del pozzo. Gli agenti quindi si sono calati all’interno dell’angusta apertura, e non ne sono usciti fin quando non sono riusciti ad estrarre i piccoli.