In un periodo come quello che stiamo vivendo è di cruciale importanza il ruolo degli animali, e ne abbiamo avuto prova più volte. Ecco perché il comune di Sassari ha voluto stilare un regolamento tutto nuovo per la tutela dei nostri amici a quattro zampe, divenendo di fatto un modello per molte altre città. Alcuni articoli sono stati modificati radicalmente in modo da sensibilizzare maggiormente la cittadinanza su quello che è un tema sempre attuale, ovvero la salvaguardia degli animali. In particolare sarà posto finalmente un limite a tutti i circhi e le fiere che sottintendono uno sfruttamento degli animali.

Ma le nuove regole non si limitano solo a quelli cresciuti in cattività con lo scopo di intrattenere il pubblico: saranno tutelati tutti gli animali che giacciono sul suolo comunale. Così si spiega anche il divieto di far esplodere petardi ed esplosivi del genere, che, come è oramai risaputo sono molto pericolosi per la salute dei nostri animali. Indirettamente per cani e gatti domestici, che vivono in casa e subiscono un forte shock psicologico, sviluppando anche disturbi del comportamento. Direttamente invece per tutti quegli animali selvatici che, malauguratamente potrebbero imbattersi in un articolo pirotecnico inesploso rimettendoci nel peggiore dei casi la vita.

L’insieme delle nuove regole deve essere ancora revisionato, non è stato reso ufficiale, ma la città di Sassari guarda dritto al proprio obiettivo: quello di creare un ambiente favorevole per la convivenza di uomo e animali. Soprattutto per quel che riguarda il circo e tutte le manifestazioni ed occasioni simili la novità è grande, infatti fino a poco fa bisognava avere una semplice autorizzazione. Ora invece, se il progetto andrà in porto, saranno del tutto vietate le manifestazioni, in modo da non creare neppure l’occasione per sfruttamento e maltrattamento di animali.