Migliaia di fan di Vasco Rossi sono stati truffati in quello che credevano essere l’acquisto dell’anno: hanno infatti acquistato dei biglietti falsi. Il fatto risale a due anni fa, ma solo ora la polizia è riuscita a risalire ai criminali che hanno derubato circa 1400 persone vendendo loro dei biglietti fasulli. Dopo aver allestito un sito fittizio infatti, costoro hanno effettuato la vendita, portando a termine le varie transazioni. Ma, una volta arrivati in biglietteria per ritirare il biglietto cartaceo presentando l’acquisto fatto su internet hanno scoperto che il codice loro fornito non era valido. La sorpresa è stata terribile, infatti migliaia di fan truffati sono rimasti allibiti.

Con un nome fantasioso e un piano studiato fino all’ultimo dettaglio i truffatori sono riusciti a raggirare i fan. Questi, una volta presentatisi allo sportello con il loro QR code, hanno potuto constatare che era falso, e sono tornati a casa a mani vuote, senza poter assistere al concerto. Il metodo di pagamento utilizzato dai criminali era una semplice carta di credito, ma per poter portare a termine l’impresa hanno dovuto utilizzare dei prestanome. Loro sono stati individuati e sono stati iscritti nel registro degli indagati; si tratta di persone iscritte al registro delle imprese, un sessantenne e un quarantenne rispettivamente.

I siti che venivano utilizzati sono stati tutti oscurati, dopo un ampio lavoro da parte della polizia postale; dopo una lunga indagine sono stati rintracciati anche i due ideatori, ovvero due giovani dei quali nessuno avrebbe mai potuto sospettare, residenti in Sardegna. Dopo aver intascato il denaro, questi convertivano il bottino in Bitcoin in modo che non fosse rintracciabile, in modo che non fosse denaro sporco. Ora sono stati loro sequestrati tutti i materiali che utilizzavano per portare a termine i crimini, dai tablet ai cellulari, incluse le varie sim.