Un daino portato in salvo via mare: questa la storia che vi raccontiamo oggi, un fatto che si è verificato in Sardegna. A ritrovare il cucciolo è stato Marco Pistidda, un famoso campione di surf che, mentre stava facendo un giro con la sua amica ha sentito uno strano lamento. Il campione di surf ha anche un’altra passione, oltre quella delle onde, ovvero gli animali; così, quando ha sentito il lamento, capendo che si trattava di un piccolo in difficoltà, si è subito precipitato sul posto. Una volta avvicinatosi ad uno scoglio, insieme alla sua amica, ha visto il piccolo daino.

Era accovacciato vicino ad uno scoglio, stava piangendo spaventato e solo, fino a quando sono arrivati i suoi soccorritori. Questi si sono avvicinati con calma e lo hanno preso in braccio: non è chiaro perché fosse solo, molto probabilmente la mamma lo ha perso. Ad ogni modo, dopo averlo avvolto in un morbido telo, lo hanno adagiato sulla tavola da surf e si sono diretti verso la riva. Quindi hanno portato il piccolo daino in un centro apposito, in cui dei volontari si prenderanno cura del cucciolo fino a quando non diventerà adulto. Nel frattempo i suoi salvatori saranno liberi di recarsi quando vogliono a far visita al daino.

Il piccolo animale è stato portato grazie all’aiuto del corpo forestale di Alghero al sicuro e, finalmente l’incubo della solitudine è finito. La storia si è conclusa per fortuna nel migliore dei modi, e senza dubbio verrà ricordata a lungo dai due surfisti. Non è la prima volta che un animale selvatico si perde o resta solo in zona, infatti esiste un apposito centro di recupero per la fauna selvatica che si occupa della cura dei piccoli esemplari smarriti; i quali in tal modo, non saranno mai abbandonati.