Era sceso di casa semplicemente per portare via la spazzatura e per far passeggiare il proprio cane, ma si è ritrovato davanti una scena agghiacciante. Si chiama Emanuele uno dei protagonisti di questa triste storia, nella quale purtroppo sono stati trovati ben 7 cuccioli rinchiusi in un sacchetto di plastica. L’uomo nel momento in cui ha buttato la spazzatura ha sentito dei guaiti provenire dal cassonetto, quindi ha allertato la moglie. Era un rumore, un pianto troppo strano cosi lei, una giovane di nome Alessia, si è precipitata giù ed ha subito estratto il sacchetto da cui proveniva quel pianto straziante.

Aveva temuto il peggio, aveva capito che si trattava di vite, ad un certo punto aveva pensato addirittura che potesse essere un neonato. Ma quando ha aperto il sacco di plastica, un comune sacco nero utilizzato per la spazzatura, ha trovato sette cuccioli, chiusi al suo interno. La notizia triste è che, di questi sette, solo due sono riusciti a sopravvivere, mentre gli altri non ce l’hanno fatta e sono morti per asfissia. I cuccioli erano nati da poco, come ha raccontato Alessia, spaventata e sconvolta ha chiamato immediatamente i carabinieri, che sono giunti subito sul posto.

I due cuccioli superstiti sono stati visitati dal veterinario locale, che ha accertato le loro condizioni fisiche. Purtroppo anche loro non hanno retto, il loro corpo non ha sopportato le tante, troppe ore nel sacchetto di plastica, senza aria. La mattina successiva al loro salvataggio infatti il dottore ha dato la brutta notizia, che ha scosso non poco i due, i cuccioli non ce l’hanno fatta. Nello stesso giorno Alessia, accompagnata dal marito, ha esposto una denuncia, sperando che con l’aiuto dei carabinieri e delle telecamere si possano trovare i responsabili di un gesto tanto efferato e tanto privo di umanità, che molto probabilmente vivono in zona.