È venuta a mancare dopo una serie di episodi di cyberbullismo: stiamo parlando di una giovanissima wrestler giapponese, si chiamava Hana Kimura. Aveva solo 22 anni e le cause della sua morte non sono ancora state chiarite, ma è probabile che si tratti di un suicidio, dal momento che come hanno fatto notare alcuni, ha scritto una strana didascalia sotto l’ultima foto pubblicata su Instagram, uno scatto con scritto “Addio” in giapponese. Negli ultimi giorni aveva dato strani segni, infatti sul web e sui social aveva espresso la sua sofferenza per gli insulti ricevuti in rete. È divenuta nota anche nel mondo occidentale grazie alla sua partecipazione a un programma su Netflix, Terrace House.

La giovane wrestler è dunque lasciato i suoi fan in uno stato di sconforto e la Stardom, associazione di wrestling che si occupava degli spettacoli e della vita lavorativa della giovane, ha dato l’annuncio. La stessa associazione ha richiesto hai fan il massimo rispetto nei confronti della giovane wrestler e della tragedia che l’ha vista vittima. Ha detto addio ai suoi contatti in una foto con il suo amato gatto, ha scritto addio, poi è morta in condizioni che ancora sono da chiarire, per motivi che non sono stati comunicati dalla stampa locale.

Se fosse vera l’ipotesi del cyberbullismo, si tratterebbe dell’ennesima dimostrazione della gravità di un fenomeno che va tutt’altro che allentandosi anno dopo anno. Neanche le star sono immuni da tale veleno, che imperversa sui social senza limiti: così quella che può sembrare una sciocca frase, un’offesa scritta senza pensarci troppo su, può avere delle tragiche conseguenze. Conseguenze che spesso si ripercuotono sulla vita di giovani e adolescenti causando disturbi dell’umore e, nei casi peggiori depressione o addirittura suicidio. Ecco perché bisogna dedicare la giusta attenzione all’argomento, in modo da sensibilizzare in maniera significativa le persone.