Alcuni gattini nati da poco sono stati letteralmente falciati da un tosaerba: una vicenda macabra che fa gelare il sangue, considerando che i cuccioli erano piccolissimi. Ancora non è chiara la dinamica con cui si è verificato il tragico evento che ha spezzato la vita di vari gattini; appartenevano a una colonia felina barese, erano ospitati in un giardino pubblico. Lo scenario più triste si è verificato quando la mamma, una grossa gatta adulta, si è recata nel giardino e ha cominciato a ricercare i piccoli con lo sguardo. Immaginate la sua reazione quando ha visto che i suoi cuccioli non erano che delle carcasse sparse fra i fili d’erba tagliati.

Così è stata trovata dalle volontarie che si prendono cura della fauna felina locale: le donne, che collaborano con un’associazione di volontariato che si occupa di sostenere e sfamare i gatti, sono state commosse e intristiti da quanto hanno visto. C’era lei, la mamma gatta, che fissava il vuoto, devastata dalla dolorosa perdita, alla quale ha fatto fatica a credere. Molto probabilmente, gli addetti alla cura del giardino non hanno visto i piccoli cuccioli e li hanno massacrati senza accorgersene nemmeno: un’azione del genere di sicuro non può essere intenzionale. Ad ogni modo il sindaco ha annunciato che si svolgeranno delle indagini per capire di chi sia la responsabilità.

Complice l’erba molto alta che non veniva evidentemente tagliata da settimane, i lavoratori non hanno neanche notato la presenza dei cuccioli che, sommersi dall’erba non erano neppure visibili all’occhio umano. La scena straziante ha sconvolto la popolazione locale, ora le autorità sono alla ricerca di eventuali responsabili affinché eventi del genere non possano verificarsi più in futuro e, se si è trattato di una disattenzione degli operatori, questi possano avere delle maggiori accortezze durante lo svolgimento del loro compito.