Un macabro ritrovamento è stato fatto nella zona di Alagna, in Piemonte: la carcassa di un lupo, di cui non sono state chiarite le cause della morte. A fare la segnalazione sono stati i membri di un gruppo Facebook a tema: gli abitanti della zona sono alquanto preoccupati, dal momento che non è la prima volta che si verifica un evento del genere. Anzi, la situazione è allarmante perché sin dal mese di gennaio sono state ritrovate varie carcasse di lupi: la media di morti mensili è fin troppo elevata, infatti fino ad ora ne sono stati contati 5 al mese.

Il dato preoccupa molto è che il lupo è un animale già in pericolo di estinzione e, con questi ritmi il problema non fa altro che peggiorare, in una tendenza che anno dopo anno continua a crescere. I lupi da tempo costituiscono una fonte di problemi per la popolazione locale, problemi che non hanno fatto che aumentare con la quarantena, dal momento che questa ha permesso ai lupi di avvicinarsi maggiormente ai luoghi abitati. Negli scorsi mesi sono state trovate delle carcasse di cervi, dilaniati dai lupi della zona, che hanno fatto una strage durante lo scorso inverno.

Da gennaio sono stati contati 20 lupi, morti per cause che non sono state ancora chiarite: sicuramente il dato è molto preoccupante per la specie che presto potrebbe rientrare fra le categorie in estinzione. Nel corso degli scorsi anni i lupi hanno determinato non pochi problemi agli abitanti della Valsesia, dal momento che hanno sterminato vari capi di bestiame. E mentre fino a poco fa c’era bisogno di consigli per tenere al sicuro i propri animali creando delle recinzioni per proteggere i propri ovini, bovini o simili. E ora gli abitanti stanno cercando di capire la causa delle misteriose e spaventose morti dei lupi.