Questo articolo è anche disponibile in: Español Português

Hanno fatto appena in tempo a nascere, che già si sono accorti di quanto possa essere crudele l’essere umano. Stiamo parlando di 9 cuccioli che sono stati abbandonati senza troppi scrupoli in una delle campagne di Paulilatino, una località situata in provincia di Oristano. Per fortuna, i nove sono stati ritrovati, per fortuna ogni volta che accada una disgrazia del genere ci sono persone che, contrapponendosi agli autori di tali gesti spregevoli, dimostrano un gran senso di responsabilità verso questi animali. E così è accaduto anche nella cittadina sarda, dove alcuni uomini della Compagnia Barracellare hanno raccolto i cuccioli, che erano nati da poco.

Gli uomini insieme a tre volontarie hanno infatti messo al sicuro i nove cuccioli, procurandosi anche il latte per nutrirli in questa fase delicata della loro vita. Per ora tutta la loro attenzione è concentrata sui cuccioli, e l’obiettivo è che possano sopravvivere durante queste prime settimane, poi potranno essere dati in adozione. Si tratta di 2 femmine e 7 maschi, che si trovano al centro di quella che è stata definita la rete del latte, ovvero un’organizzazione nella quale ci sono più persone che stanno collaborando per garantire la sopravvivenza dei cuccioli. Ad allattarli ci sono le tre volontarie che li hanno ritrovati insieme alle forze dell’ordine, che si stanno alternando in questi giorni.

Le condizioni in cui erano stati abbandonati i nove cuccioli erano indescrivibili, in un sacchetto al freddo e al gelo, con il chiaro intento di disfarsi di loro. Anche i locali allevatori di capre stanno collaborando per salvare la vita ai nove trovatelli, infatti sono loro che forniscono il latte ai cuccioli, le tre volontarie che allattano si recano da tali allevatori dove si riforniscono di materia prima, poi tornano dai piccoli ogni tre ore a turno per allattarli e assicurarsi che stiano bene.