Tom Cruise, prima che scoppiasse la pandemia, era impegnato con i suoi colleghi sul set di Mission Impossible a Venezia: da quando il coronavirus ha radicalmente cambiato le nostre vite, tutte le attività sono state sospese. Ma il mondo di Hollywood non si da per vinto e, se non si può girare sulla terra, il film verrà girato nello spazio. Potrebbe sembrare un’assurdità, invece è l’ultima sfida lanciata dall’attore, Tom Cruise, che vede la partecipazione di Elon Musk con la sua Space X, nota azienda aerospaziale e la NASA. Non si tratta di una bufala, avete letto benissimo e, a confermare quella che a molti è parsa l’ennesima fake news c’è un tweet scritto dall’amministratore della NASA.

Jim Bridenstine infatti ha scritto di essere entusiasta della partecipazione insieme a Tom Cruise, l’idolo di molte generazioni. Ancora non sono stati resi noti ulteriori dettagli in merito al cast e alla produzione, ma quel che è certo è che sarà qualcosa di spettacolare, dal momento che mai si era visto prima un film girato nello spazio. Il portavoce e amministratore della NASA in particolare ha sottolineato l’importanza motivazionale che avrebbe un film del genere in termini di impatto sui giovani odierni. Essendo qualcosa di innovativo e mai visto fino ad ora, potrebbe essere una valida fonte d’ispirazione per i giovani che in futuro vorranno intraprendere una carriera come astronauti o ingegneri aerospaziali.

Sicuramente bisognerà attrezzarsi adeguatamente e capire come portare a termine l’impresa, che resterà negli annali. Una nuova avventura si prospetta dunque per Tom Cruise, l’attore che sulla soglia dei suoi 57 anni poteva aver pensato di aver vissuto tutte le imprese possibili – considerando le avventure di Mission Impossible. Invece sarà ancora messo alla prova da questa nuova esperienza, alla quale ha preso parte con un certo entusiasmo.