È tornato in pubblico Kim Jong-un, il leader della Corea del Nord che negli scorsi giorni è scomparso dalla scena politica, ma anche da quella pubblica. Le speculazioni sono state molte, sia da parte dei media dei paesi vicini come la Cina, sia da parte di paesi oltre oceano; anche il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva asserito di sapere cosa ne fosse del dittatore, ma di non poterlo dire. E ora tutte le supposizioni fatte negli scorsi giorni sono state vanificate da un suo rientro in scena, mentre era stato pensato addirittura che potesse essere morto a motivo dei suoi problemi di salute.

Kim Jong-un infatti a motivo di fumo, obesità e alcol, non è esattamente al pieno delle sue facoltà fisiche, ma è stato fatto noto più volte che la sua salute è alquanto precaria. Ma dov’è stato in queste settimane di assenza? Questa la domanda che continuano a porsi in molti, senza ricevere una risposta soddisfacente. I media di regime coreani non aggiungono alcun dettaglio alla notizia del rientro del leader, né fanno alcun riferimento ai problemi di salute di Kim Jong-un, che si è assentato alle celebrazioni del Giorno del Sole, una celebrazione nazionale molto importante.

Mentre tutti pensavano già a un successore, identificato nella sorella del dittatore, egli è tornato sulla scena politica smentendo tutte le voci sul suo conto. Le foto riportate sui giornali locali ritraggono il dittatore mentre inaugura una fabbrica di fertilizzanti appena aperta in una città situata a 50 chilometri dalla capitale Pyongyang. Sembra essere in ottima forma dalle foto, al contrario di quel che si supponeva giorni fa, pensando che stesse attraversando un momento molto difficile o che fosse addirittura morto. Invece è stato immortalato mentre tagliava un nastro rosso, pronto per cominciare le attività della fabbrica di fertilizzanti.