La mamma è sempre la mamma, indipendentemente dalla specie vivente che si prende in considerazione: un esempio di tutto ciò è quanto è accaduto a Pietrabruna, una località ligure che fa parte della provincia di Imperia. Questa storia, con un finale triste, ci dimostra che anche un cinghiale, da molti considerato un animale selvatico e perciò rude, può dimostrare più che una grande sensibilità. Una mamma di cinghiale infatti ha dato addirittura la propria vita per tentare di mettere in salvo i figli e, quando li ha visti intrappolati si è menata a capofitto nella trappola mortale, mettendo al primo posto i suoi piccoli.

Pesava 50 kg questa mamma che purtroppo è stata trovata già morta all’arrivo dei carabinieri forestali. Ma procediamo con ordine: la cucciolata in questione, formata da 5 piccoli nati da pochi giorni, era rimasta intrappolata in una vasca pluviale. La mamma vedendo i figli in pericolo e non pensando troppo a sé stessa, si è precipitata raggiungendoli per metterli in salvo. Purtroppo, nel punto in cui si trovava c’era una rete che lei non ha visto e nella quale è rimasta impigliata; non è riuscita a salvarsi nonostante gli sforzi, ma è morta strangolata e così le forze dell’ordine l’hanno ritrovata, il corpo senza vita.

Quanto ai cuccioli, erano notevolmente spaventati, dopo aver vissuto la tragedia della madre; non solo, erano rimasti intrappolati nella vasca per alcuni giorni, quindi non hanno avuto modo di mangiare o nutrirsi in alcun modo. Ecco perché, all’arrivo degli agenti della forestale sono stati ritrovati denutriti, avevano freddo ed erano ovviamente affamati. Ora non hanno più nulla da temere, sono stati presi dai forestali e sono stati portati in un apposito rifugio dove resteranno fino alla completa ripresa: dopodiché saranno nuovamente reimmessi nel loro habitat naturale, ovvero i boschi ai quali appartengono.