Chi l’ha detto che i pet non possano essere famosi alla pari degli esseri umani? Anzi, proprio in questi giorni di quarantena è stata data la giusta occasione a coloro che, annoiati in casa con i propri amici a quattro zampe possono valorizzarli. Stiamo parlando del Pet Carpet Film Festival, un analogo del festival di Cannes si potrebbe dire, solo a tema animale e con uno scopo benefico, in quanto verrà promossa una raccolta fondi che è prevista per l’8 maggio; questa mira ad aiutare i volontari della Croce Rossa Italiana, che grazie alla generosità dei cittadini potrà fornire un aiuto agli animali meno fortunati.

A garantire il corretto svolgimento e ad organizzare tutti gli eventi man mano ci sarà la giornalista e direttrice artistica Federica Rinaudo. Ma veniamo al dunque: chi può partecipare? Praticamente tutti, la cosa fondamentale di questo festival è portare all’attenzione del pubblico alcuni temi importanti come l’amicizia fra uomo e animali, l’abbandono e il randagismo. Sarà senza dubbio alcuno anche un’ottima occasione per divertirsi in compagnia dei propri animali domestici. Il punto è che non serve essere dei professionisti, andranno benissimo anche dei cortometraggi o dei brevi filmati amatoriali, addirittura girati con il proprio smartphone.

L’obiettivo del festival non è la gloria ma la sensibilizzazione, infatti l’iscrizione è gratuita, in modo che chiunque voglia possa prendere parte al progetto. Un’idea che non solo aiuta ad affrontare la noia della quarantena, ma informa i meno aggiornati sull’impatto degli animali sulla vita di tutti i giorni: non a caso è stato lanciato l’hashtag #NoiNonSiamoContagiosi. Ce n’era bisogno, considerando che da quando è scoppiata la pandemia in alcune persone ha prevalso la paura, imponendo loro di abbandonare i propri amati amici a quattro zampe per il timore di essere contagiati. Si spera che questo festival serva anche a rendere le persone più sensibili su argomenti come questo.