La notizia del contagio di Tom Hanks e di sua moglie Rita Wilson ha fatto il giro del mondo qualche settimana fa: i due coniugi furono entrambi contagiati mentre erano indaffarati con le riprese di un film in Australia. Entrambi hanno avuto una terribile febbre che li ha fatti preoccupare e non poco, infatti hanno passato dei momenti terribili. Ora per fortuna stanno bene, sono perfettamente in forma, ma non hanno dimenticato affatto quel che hanno passato, anzi vogliono fare il possibile affinché altri non subiscano lo stesso destino. Dopo essere guariti si sono chiesti cosa potessero fare per aiutare la comunità in tal senso, quindi hanno deciso di donare il sangue.

Dopo aver contratto il virus infatti hanno sviluppato degli anticorpi che hanno “condiviso” con gli scienziati tramite la donazione del loro plasma. Questo sarà utilizzato nella ricerca di un vaccino, affinché si possa trovare una soluzione alla pandemia. I due sperano davvero che con questo gesto possano aiutare i medici e gli scienziati a venire a capo di questo problema, ma hanno preso la cosa con filosofia si potrebbe dire. Infatti l’attore Tom Hanks ha espresso solo un desiderio: vorrebbe che l’eventuale vaccino ricavato dal suo plasma porti il suo nome, quindi ha suggerito Hank-cine. 

Lo sta dicendo in giro, come ha scritto sui social, in caso di vaccino lui ha già preparato il nome. Ora i due coniugi possono godersi la compagnia reciproca, dal momento che il peggio è finalmente passato, quindi possono tirare un sospiro di sollievo. A stare peggio è stata lei, Rita Wilson, che ha avuto una terribile febbre, più del marito; non solo febbre, ma è stata per circa tre settimane senza riuscire a sentire il gusto del cibo. E ora di questa brutta esperienza non si può che far tesoro, cercando di aiutare gli altri in tutti i modi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here