Spesso quando ci si riferisce a cane e gatto, si intende sottolineare il contrasto, l’odio che c’è fra i due animali, i quali per loro natura tendono a litigare. Cane e gatto, i nemici per antonomasia sui quali è stato costruito un intero repertorio di luoghi comuni che a volte corrispondono a realtà, altre no. In quest’ultimo caso rientra la storia di Panzona, una mamma gatta che è stata disposta ad adottare un cucciolo di cane. Non è una cosa molto comune che un animale adotti un cucciolo non suo, specialmente se è di una specie completamente differente.

Tuttavia il caso di Panzona è un’altra storia, forse dovuta alla sofferenza a cui è andata incontro la mamma gatta nel corso della sua vita, quando è stata abbandonata. La storia si svolge in Sardegna, in provincia di Oristano: qualche tempo fa la gatta, che era incinta dei suoi tre cuccioli, è stata trovata e portata in clinica veterinaria in fin di vita. Era stata avvelenata e le sue condizioni erano molto gravi, tanto da far temere i dottori, i quali non erano certi del suo destino. La gatta però ha dimostrato grande forza d’animo e dopo un po’ di tempo, dopo aver avuto una bruttissima febbre e dopo essere passata per il coma farmacologico che i dottori le hanno indotto, si è ripresa.

La notizia di per sé è già fantastica, ma quel che segue è ancora più sorprendente. I tre piccoli si sono salvati e sono venuti alla luce in piena salute, ma a loro si è aggiunto un quarto arrivato, un nuovo ospite. Si tratta di un cucciolo di cane, che ha avuto la stessa sorte di Panzona, quindi, chi poteva capirlo meglio? La gatta lo ha allattato e coccolato come se si trattasse di un suo figlio, da madre amorevole.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here