Sono strazianti le immagini dei cuccioli che sono stati abbandonati per strada in un sacchetto di plastica a Bonorva. Sono in otto e il loro pianto spezza il cuore, ma è servito ad attirare i soccorsi, ovvero una donna e un ex calciatore che per puro caso si trovavano a passeggio nei pressi degli otto cuccioli. Bonorva è un piccolo comune sardo, fa parte della provincia di Sassari: qui, vicino ad un campetto di calcio, sono stati trovati i piccoli. I due passanti hanno udito dei versi, poi hanno capito che si trattava del pianto disperato di otto cuccioli che molto probabilmente senza il loro intervento non ce l’avrebbero fatta.

I piccoli erano rinchiusi in un sacchetto di plastica: non è chiaro chi possa aver compiuto una simile atrocità, non è chiaro se il gesto sia stato fatto con l’intento di uccidere i cuccioli o per far trovar loro una nuova casa. Certo è che, se fossero rimasti ancora nella busta di plastica, non sarebbero sopravvissuti a lungo. Trattandosi di un comune piccolo, la notizia si è diffusa con una velocità fulminea e tutti gli abitanti del paese sono venuti a conoscenza del lieto ritrovamento di otto cuccioli, rimasti oramai senza una famiglia e sicuramente senza un tetto sopra la testa, senza nessuno che se ne prendesse cura.

Ma proprio in questo i cittadini di Bonorva sono stati fenomenali, infatti le richieste di adozione sono arrivate altrettanto velocemente. Tre cuccioli infatti sono stati adottati da un pastore, che li ha subito liberati in un ampio spazio verde, all’aperto. Gli altri sono stati adottati invece singolarmente, uno di loro dal portiere della squadra locale, entusiasta di avere un nuovo amico a quattro zampe. Per fortuna la bontà dei soccorritori e dei neo genitori adottivi ha rimediato al gesto terribile che è l’abbandono degli otto cuccioli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here