Animali disorientati, per nulla abituati all’assenza delle migliaia di visitatori che ogni giorno, prima della pandemia, affollavano la struttura. A parlare in merito all’ipotetica riapertura è stato il presidente della Fondazione Bioparco Francesco Petretti, che ha descritto a grandi linee la situazione. Quest’ultima è facilmente immaginabile, dal momento che il tasso di visitatori si è ridotto praticamente a zero. Ovviamente a risentirne in maniera maggiore è stata l’economia del Bioparco e, nonostante l’impegno dei responsabili della struttura e dei singoli lavoratori, che giorno dopo giorno continuano a prendersi cura degli animali, questi ultimi comunque avvertono una certa solitudine. 

La riapertura del parco, secondo il direttore, sarebbe possibile nel rispetto delle norme di sicurezza, dalla distanza fra i visitatori alle protezioni individuali. Infatti il Bioparco è una delle poche strutture dotate di cancelli che potranno regolare l’ingresso dei visitatori ponendovi un limite. In tal modo il flusso di turisti potrà essere tenuto sotto controllo e regolato, senza contare che, con le limitazioni rispetto ai viaggi da e verso altri paesi, c’è una quota di turisti stranieri che non potrà esserci. Ecco come si ridurrebbe il rischio di assembramenti, potendo così visitare la struttura e osservare gli animali in tutta sicurezza.

Si ipotizza anche l’utilizzo di mascherine e guanti, ancora non è chiaro se dev’essere il Bioparco a fornirli ai visitatori. Senza dubbio non si ritornerà subito alle condizioni pre quarantena, ma sarebbe un buon inizio e l’amministrazione del parco spera in una veloce riapertura, seppur con visite ridotte. Nonostante l’aiuto da parte del governo infatti l’economia del parco ha subito un duro colpo e ora si cercherà in tutti i modi di risollevarsi. Questo dev’essere fatto però senza alcun rischio per i cittadini e nella totale e minuziosa osservanza delle regole, onde evitare che possano esservi rischi di contagio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here