Delle segnalazioni strazianti continuano ad arrivare giorno dopo giorno; nonostante gli aiuti provenienti dalle associazioni di volontari, anche quelle che sono nate appositamente in periodo di pandemia, continuano gli abbandoni di cuccioli. Altre due segnalazioni ad esempio sono arrivate dal Cilento, ma si tratta di due casi che fanno parte di una realtà ben più ampia che si sta verificando a livello nazionale. L’appello che facciamo in questi casi ai proprietari di cani che realizzano di non poter più prendersi cura dei propri amici a quattro zampe è sempre il medesimo, ovvero contattare le organizzazioni preposte ed evitare il peggio agli innocenti cuccioli.

Tra le segnalazioni giunte ad esempio ce n’è una proveniente da Roccagloriosa, un paese del Cilento nella cui campagna è stata trovata una mamma in difficoltà. Infatti la cagnolina è stata abbandonata con il suo cucciolo, visibilmente partorito da poco; una scatola e tanta paura, ecco con cosa l’hanno lasciata nello spazio aperto con il suo piccolo. Per fortuna ci sono stati i volontari a trovarla, ma se fossero stati avvertiti prima si sarebbe potuto evitare lo strazio legato all’abbandono. Inoltre, bisogna considerare che non tutti i cani nelle sue condizioni vengono trovati fortuitamente, ma molti vanno incontro a malattie e morte senza nessuno che li aiuti.

L’altra segnalazione riguarda sempre una mamma, ma stavolta la cucciolata è notevole, si tratta di otto piccoli, che sono stati lasciati in balia delle avversità assieme alla madre. Quest’ultima ha trovato momentaneamente riparo in una stalla, qui ha potuto prendersi cura dei suoi piccoli lontano da minacce esterne. Ad ogni modo, se abbandonare il proprio cane è un atto irresponsabile, farlo con una madre e la sua cucciolata è molto peggio, dal momento che gli animali in tal caso sono più vulnerabili e i piccoli potrebbero non arrivare all’età adulta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here