Erano terrorizzati gli oltre 400 cani ritrovati all’interno di un sotterraneo nella provincia cinese di Henan. Sono stati rapiti nel corso dell’emergenza, i criminali che se ne sono occupati hanno infatti approfittato della situazione alquanto grave e, non appena i proprietari degli animali hanno abbassato la guardia loro hanno sottratto i preziosi amici a quattro zampe. Li tenevano in un sotterraneo con il minimo indispensabile per mantenerli in vita, ma le loro condizioni erano tutt’altro che buone, infatti gli animali, di razze svariate, sia grandi che piccoli, erano ricoperti di ferite ed erano molto spaventati. Quando tutto sarebbe finito sarebbero stati destinati a un consumo alimentare, nonostante le ultime decisioni prese dai governi locali.

Sia le organizzazioni locali di animalisti, sia le forze dell’ordine si sono impegnati molto nel ritrovamento di questi animali. A diffondere la notizia, è stata la Humane Society International, che ha collaborato insieme alle altre simili per il ritrovamento degli animali. Ora bisognerà stabilire le sorti di questi cani, tutti molto diversi tra loro, ma accomunati dalla paura, dopo il trauma che hanno vissuto nel buio del sotterraneo. Intanto ora sono al sicuro, sono stati presi a carico dai volontari delle associazioni che hanno loro salvato la vita; mentre i più gravi sono stati portati a Pechino con una certa urgenza, dove sono stati sottoposti a cure mediche.

Non è chiaro invece il destino dei criminali che hanno messo in atto questo piano crudele; negli ultimi mesi il governo cinese ha infatti adottato un nuovo modo di pensare riguardo al consumo di animali selvatici e animali domestici. E mentre nel resto della Cina si fa spazio l’idea che i cani debbano stare in casa e non sulla tavola, purtroppo ci sono ancora coloro che perpetuano le tradizioni nel non rispetto né degli animali né delle condizioni igienico sanitarie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here