Si chiama Lazovka la tigre siberiana che è stata salvata qualche anno fa dalle minacce del rigido ambiente russo. La tigre fu avvistata nel lontano 2016, quando aveva solamente pochi mesi di vita: la piccola stava vagando nei pressi di una discarica sola e affamata. Non aveva nessuno che si prendesse cura di lei, aveva perso la sua famiglia e molto probabilmente la madre l’aveva abbandonata a sé stessa. Per fortuna dei volontari che lavoravano in una struttura vicina hanno avvistato la piccola tigre e hanno segnalato il caso alle autorità. La storia però è diventata fin troppo popolare e, divenne addirittura pericolosa. 

Infatti la piccola tigre per qualche mese ha attirato l’attenzione dei bracconieri, che hanno subito cercato il cucciolo. Lazovka è scomparsa per qualche tempo e, nonostante la sua storia fosse divenuta di dominio pubblico, le forze dell’ordine locali ci hanno messo del tempo a trovarla. La notizia positiva è che, dopo un’attenta e meticolosa ispezione gli agenti sono riusciti a trovare la piccola Lazovka e l’hanno portata in una struttura di riabilitazione. Qui per qualche anno la tigre è stata curata e accudita e, quando ha raggiunto l’età adulta e le condizioni adatte, è stata rilasciata nel suo habitat naturale.

La tigre è stata rilasciata un paio di anni fa, nel 2018, quando tra la gioia dei responsabili del rifugio e degli animalisti, che sono stati entusiasti di dare alla tigre la possibilità di vivere la sua vita in totale libertà. Ma nonostante siano trascorsi degli anni i volontari non hanno dimenticato affatto Lazovka, anzi di tanto in tanto tornano a trovarla. Sono state piazzate delle fototrappole per scattare delle immagini della tigre, che oggi è adulta. Lazovka inoltre ora ha una sua famiglia, è felice con la sua cucciolata e ora può finalmente godersi la vita nel suo habitat naturale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here