Anche in molti altri paesi, oltre che in Italia, gli zoo e i parchi, come tutte le strutture analoghe, sono stati chiusi. Anche in Ucraina, dove è accaduto un fatto curioso che però fa tanta tenerezza, se si pensa che, a soffrire per la chiusura degli zoo non sono solamente i dipendenti e i responsabili, che piangono i bei tempi in cui si facevano affari. Siamo a Odessa, in Ucraina, dove un musicista ha ampliato i propri orizzonti e ha visto la questione da un altro punto di vista, ovvero quello degli animali, che da giorni oramai vivono nella più totale solitudine.

L’uomo, si è armato della sua tastiera e, una volta entrato nella struttura, ha cominciato a suonare per il suo numeroso pubblico. Cambiando postazione di volta in volta per suonare brani diversi ogni volta, per animali diversi, ha avuto il piacere di intrattenere elefanti, scimmie e volatili di vario tipo. Gli animali dal canto loro, se all’inizio sono stati colti di sorpresa ed erano un po’ spaesati, in seguito hanno dimostrato di apprezzare la performance e sono rimasti ad ascoltare le note del musicista incantati. Anche gli animali infatti, hanno una grande sensibilità per quel che riguarda la musica e sono perfettamente in grado di apprezzarne le varie sfumature.

L’uomo, si è munito di mascherina e ha preso tutte le precauzioni necessarie prima di recarsi nello zoo e ha suonato prima un brano tipico della musica russa. Si tratta di “Murka”, un brano associato alla malavita; in seguito, quando è giunto il momento di suonare per i pellicani, ha eseguito un bellissimo tango. Il suo gesto è stato molto toccante, tanto da commuovere gli animali, che hanno potuto assistere a un concerto, un evento che non ha precedenti e che per tale ragione ha richiamato l’attenzione di tutti sul web.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here