Continuano tristemente gli abbandoni di cuccioli, non importa quanto essi siano piccoli e indifesi. Nonostante l’emergenza della pandemia, o forse proprio a motivo di essa, molti piccoli si sono ritrovati da un giorno all’altro senza un tetto sopra la testa. In questi casi disperati però, molti di loro hanno avuto la fortuna di imbattersi nelle persone giuste, che li hanno accuditi. Non solo volontari di associazioni dedicate, come è successo in Sardegna, per la precisione in provincia di Oristano, dove sono stati alcuni carabinieri a fare il lieto ritrovamento. Gli agenti stavano effettuando un comunissimo giro in pattuglia, quando si sono ritrovati davanti otto batuffoli. 

Si trovavano nella periferia del paese di Tramtaza quando, durante il loro giro hanno sentito degli strani rumori, che di certo non si potevano attribuire a delle persone. I piccoli infatti, lasciati soli, stavano piangendo e i loro guaiti dovuti allo spavento e alla paura si sentivano anche in lontananza. Così le forze dell’ordine hanno deciso di salvarli, quindi li hanno tolti dalla strada e li hanno portati in primo luogo dal veterinario della Asl locale, il quale ha potuto constatare con grande gioia che gli animali non avevano riportato danni; basteranno pochi giorni di cibo e riposo e tutti i cuccioli si riprenderanno.

I carabinieri che hanno ritrovato gli otto cuccioli si sono molto affezionati a loro, tanto da diffondere la notizia affinché riescano a trovare una casa. Uno di loro in effetti l’ha già trovata, infatti i carabinieri hanno deciso di adottarlo: si tratta di una femmina, l’hanno ribattezzata Hope, che in inglese significa speranza. In un momento come questo infatti, un nome del genere è più che appropriato, e la piccola Hope sicuramente rappresenta uno spiraglio di luce, infatti è stata accolta con gioia in caserma, dove è coccolata da tutti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here