Fatta la legge, trovato l’inganno: così molti per aggirare le norme entrate in vigore per la quarantena, norme che, come sottolineamo ancora una volta, sono per la sicurezza pubblica, ricorrono a mezzucci. Tra questi, dato che portare gli animali fuori per i loro bisogni fisiologici, rientrano le adozioni fatte appositamente per godersi la passeggiata pomeridiana. E così, persone che mai hanno dimostrato interesse verso gli amici a quattro zampe, all’improvviso si ritrovano amanti di cani e gatti. Con ogni probabilità, una volta che sarà tutto finito, gli stessi animali adottati per convenienza si ritroveranno per strada senza una casa e una famiglia.

Ecco perché a Sanremo è arrivato lo stop alle adozioni, e questo esempio potrebbe essere seguito anche da altre città, dal momento che le richieste di adozione sono misteriosamente aumentate in tempi di quarantena. Si tratta si una decisione sofferta senza dubbio, ma che è stata presa per il bene dei cani e gatti che popolano canili e gattili. Questi animali avranno comunque degli spazi a loro destinati per muoversi in libertà, infatti la struttura ha un giardino in cui potranno correre e giocare. Inoltre, se si volessero soddisfare tutte le richieste di adozione, si creerebbe un grande affollamento nel canile, dove i clienti andrebbero continuamente per vedere i cani.

Sono stati vietati anche i viaggi per portare un eventuale cucciolo adottato alla casa di destinazione, così come è stato vietato a coloro che auspicano di diventare padroni di animali di andare a ritirarli nei canili. Purtroppo anche se si tratta di una misura estrema, è pur sempre una decisione che andava presa per tutelare sia gli animali sia la salute pubblica, infatti degli assembramenti fatti per vedere dei cuccioli avrebbero comportato dei rischi non di poco conto. I veri amanti degli animali potranno adottare un cucciolo quando sarà tutto finito. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here