Un animale maestoso, che raggiunge notevoli dimensioni una volta divenuto adulto: stiamo parlando dell’airone, protagonista della nostra storia. Accade a Savona e il protagonista è un airone cenerino, così chiamato per il tipico colore del suo rivestimento piumoso. Sono stati i volontari della protezione animali a ritrovarlo quando non era che un piccolo esemplare e, sin da allora hanno cercato di accudirlo nel migliore dei modi. Vedendolo oggi, si direbbe che ci sono riusciti, anche se nell’arco di pochissimi giorni. Infatti in sole due settimane l’esemplare di airone ha guadagnato peso, mettendo su quasi mezzo chilogrammo, a significare la sua crescita continua e armoniosa.

I volontari hanno potuto accudirlo grazie alla generosità dei volontari, che non hanno mai smesso di donare ai responsabili della protezione animali. Sono stati loro a rendere possibile questo miracolo, altrimenti con ogni probabilità, viste le sue condizioni nel momento in cui è stato ritrovato, l’airone sarebbe morto. Purtroppo però è anche vero che in tempi di coronavirus bisogna adattarsi e infatti i più anziani, i cittadini più a rischio che di  solito si occupavano degli animali con grande amore, sono stati mandati a casa. La loro mancanza si sentirà sicuramente, ma è una misura necessaria per la loro sopravvivenza.

Ora l’airone è adulto, ed è la testimonianza della collaborazione di protezione civile e volontari, è la dimostrazione della generosità delle donazioni da parte di tutti coloro che hanno contribuito a salvargli la vita. Si tratta di un esemplare bellissimo, che nel suo periodo di massima crescita raggiunge fino al metro di altezza e, una volta che spiega le ali per volare, queste possono raggiungere una lunghezza di quasi due metri. Ora aspettiamo che l’airone trovi una degna compagna e possa riprodursi, dando alla luce altri piccoli che potranno popolare la zona di Savona.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here