Non solo animali da compagnia, non solo ottimi amici e non solo degni compagni di vita e di quarantena. I cani potrebbero avere un asso nella manica, come potrebbero dimostrare degli studi inglesi, che stanno osservando se i nostri amici a quattro zampe sono in grado di riconoscere i pazienti affetti dal coronavirus. Sono già all’opera nell’addestramento di apposite unità cinofile: è cosa nota infatti che questi meravigliosi animali con il loro fiuto nemmeno paragonabile a quello umano possono sentire alcune malattie per noi impercettibili. Ad esempio la malaria, o l’epilessia, loro riescono ad individuare gli ammalati solo con l’olfatto.

E stavolta è il turno del coronavirus che anche nel Regno Unito sta seminando il panico, nonostante una iniziale noncuranza da parte del governo. E ora che anche il Primo Ministro Boris Johnson è risultato positivo al test, si stanno intensificando le procedure per monitorare quanto più accuratamente possibile la popolazione. I ricercatori della London School of Hygiene and Tropical Medicine stanno mettendo a punto dei programmi di addestramento, altamente sicuri del fatto che i cani possano identificare il coronavirus. Ora manca solo la prova finale, bisogna capire fino a che punto questa tecnica possa essere utile; e se si riuscisse a dimostrare, sarebbe un gran risparmio per la sanità.

La cosa più importante sarebbe riuscire ad individuare quelle persone asintomatiche, che all’apparenza non destano alcun sospetto. Sono questi infatti i più pericolosi da un punto di vista epidemiologico, dal momento che, non avendo alcun sintomo, tendono a prestare meno attenzione e potrebbero contagiare persone più suscettibili. Oramai è solo questione di tempo e potremo vedere se effettivamente con l’aiuto dei nostri amici a quattro zampe si potrà avere un importante contributo alla risoluzione di questa pandemia. Con il loro sensibilissimo olfatto i cani sono capaci di individuare patologie di cui noi non conosciamo neppure la presenza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here