In questa epoca dura di restrizioni e quarantena purtroppo la crudeltà umana non sembra acquietarsi, anzi in alcuni posti peggiora. Un caso che rende giustizia a questa osservazione è quello di San Girolamo, a Bari, dove sono state trovate due cucciole di pochi giorni. La loro fortuna è stata quella di imbattersi nei volontari di buon cuore che hanno dato loro ospitalità e protezione finché queste non hanno trovato una nuova famiglia disposta ad accudirle. Le due piccole erano state chiuse in un sacchetto della spazzatura e così, come se si trattasse di rifiuti di poco conto, qualcuno le aveva letteralmente buttate per strada.

In un momento come questo, in cui la solitudine e la paura regnano sovrane, questi atti dovrebbero essere in calo, bisognerebbe mostrare una maggiore umanità. E invece, forse proprio a motivo della paura sono state abbandonate due piccole creature nate da pochissimo; probabilmente la fake news secondo la quale gli animali trasmettono il coronavirus sta mietendo più vittime di quel che si pensa. I volontari del canile locale che hanno ritrovato le due cucciole hanno riportato la storia, commossi ma anche con un po’ di rabbia. Le due sono state relativamente fortunate a trovare loro, perché poteva spettargli una sorte ben peggiore come è capitato a molti altri simili.

Sono state salvate da 20 giorni e oramai le loro vite sono cambiate radicalmente, in quanto in un brevissimo tempo hanno trovato delle famiglie pronte ad adottarle senza nulla in cambio. Il tutto, dal lavoro di salvataggio a quello di adozione, è stato svolto senza alcuna violazione del decreto del governo che stabilisce le norme della quarantena. Le due cucciole hanno avuto il loro meritato lieto fine, ora potranno vivere serenamente insieme alle loro nuove famiglie, che in questo momento apprezzeranno tantissimo la compagnia di un animale domestico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here