C’è chi sta sfruttando la tragedia del coronavirus per il proprio tornaconto personale senza farsi alcuno scrupolo per le conseguenze delle proprie azioni. Mentre tutti cercano di dare una mano in un modo o nell’altro, racimolando anche pochi fondi per aiutare le persone e gli animali in difficoltà la criminalità non cessa. Anzi, pare che questa riduzione di persone in circolazione per le strade e nei luoghi pubblici abbia addirittura facilitato l’opera a quei criminali che non aspettavano altro. Le persone sono concentrate sull’emergenza sanitaria e loro si concentrano sui punti deboli delle proprie vittime, che stavolta sono state degli animali indifesi.

In una panetteria infatti era stata messo a disposizione un salvadanaio, a rappresentare un atto di beneficenza per gli animali che altrimenti non avrebbero ricevuto alcun aiuto. Il ricavato sarebbe andato alla protezione animali, che avrebbero fronteggiato l’emergenza coronavirus. Il fatto è accaduto a Savona e i titolari della panetteria sono rimasti costernati dall’atto ignobile compiuto dai ladri, che purtroppo sono ancora ignoti. Il salvadanaio era stato messo alla vista e alla portata di tutti, chiunque poteva mettere un contributo, ma la sua posizione strategica ha facilitato il furto da parte dei malviventi, che hanno reso vano il bellissimo gesto fatto dai cittadini di Savona.

Il salvadanaio era una prova della bontà e dell’onestà di tutti i cittadini, doveva essere un’occasione per aiutare i bisognosi; invece anche stavolta, mentre delle persone disoneste si sono appropriate del bottino, a pagare le conseguenze sono degli animali selvatici, che probabilmente vista la situazione non riceveranno mai l’aiuto di cui hanno bisogno. La vicenda ha scosso non poco i cittadini, il cui intento era solo quello di provvedere, in un momento così difficile, ai più bisognosi. Ma purtroppo la disonestà non viene bloccata neppure da una pandemia, anzi bisogna prestare massima attenzione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here