Un gesto bellissimo da parte dei volontari è stato fatto a Trento, dove ha attirato l’attenzione del pubblico. Oramai ci siamo rassegnati, resteremo a casa almeno altre due settimane, almeno la maggioranza degli italiani considerando che, il numero dei trasgressori è piuttosto elevato per la situazione in cui ci troviamo. L’economia è bloccata, ma per fortuna grazie all’altruismo dei volontari ci sono situazioni che possiamo fronteggiare in maniera del tutto gratuita, e il caso di Trento ne è proprio un esempio. Quello che per molti passa in secondo piano in questo momento è il fatto che quasi la metà degli italiani ha un animale domestico e difficilmente può prendersene cura in quarantena.

Ecco perché a Trento, è stato istituito e divulgato un nuovo servizio, a opera dei veterinari volontari della città insieme all’associazione Oipa. Mentre parecchi stanno adottando dei cuccioli solo per portarli a spasso e quindi poter uscire di casa, questi volontari stanno facendo l’esatto opposto, ovvero si stanno offrendo di prendersi cura degli animali domestici di chi, per un motivo od un altro non può farlo. È un gesto molto bello che è stato apprezzato in tutta la penisola; basti pensare alle persone anziane e immobilizzate, che essendo molto più suscettibili al coronavirus hanno la necessità di rimanere a casa più di tutti.

Ma ecco come funziona: i volontari si recano direttamente a casa di chi ne ha bisogno, sia che si tratti di un malato, sia che si tratti di una persona in quarantena. Ovviamente dopo aver preso le dovute precauzioni, prende il cane o il gatto e si assicura di sopperire a tutte le sue esigenze fisiologiche. Potrebbe sembrare una cosa da poco a chi non ha animali, ma per i possessori di pet è un gran sollievo sapere che in questi tempi bui c’è qualcuno che cura il proprio cane in cambio di nulla.  

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here