Un gatto stipendiato: ci credereste? Eppure esiste, seppur molto lontano da noi, nella città russa di Gorodnya, a sud-ovest della capitale Mosca. Il micio, un grosso felino dal colorito rossastro, si è trovato in biblioteca più volte, e lì ha attirato l’attenzione dei visitatori, che non hanno potuto più farne a meno. Anche i proprietari della struttura hanno apprezzato molto la presenza del gatto, che si chiama Stepan. La sua presenza in biblioteca è un’ottima immagine, attira i visitatori invogliando sia i bambini che gli adulti a recarsi lì per studiare o leggere semplicemente. Ecco perché il micio russo è stato denominato anche il gatto influencer.

Una figura alquanto insolita, ma Stepan viene abbondantemente ripagato per il suo lavoro di intrattenimento svolto in biblioteca. I responsabili hanno stabilito che ogni volta lo pagheranno con dei bocconcini, della salsiccia o altre cibarie. Stepan ha dei proprietari che gli lasciano ampia libertà, infatti quando sono venuti a conoscenza della sua assidua presenza in biblioteca hanno espresso una certa gioia, un certo orgoglio: il loro gatto è diventato famoso in tutta la città. I bibliotecari dal canto loro, sono molto felici di avere una presenza così importante fra gli scaffali: Stepen è un avido esploratore, e spesso gli piace coricarsi in mezzo ai libri, suscitando un sorriso nei lettori che lo trovano.

Dopo un iniziale periodo di prova il gatto è stato assunto con un orario e una paga, ora è un lavoratore a tutti gli effetti. E i suoi orari non sono affatto semplici, infatti Stepan deve essere presente in biblioteca dalle 9 alle 21, in pratica tutta la giornata. Partecipa anche agli eventi speciali, come letture oppure giochi con i bambini, tutti eventi di carattere sociale di una certa rilevanza. Ora Stepen è conosciuto in tutto il mondo grazie ai media e ai suoi datori di lavoro che lo pubblicizzano con orgoglio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here