La mamma è sempre la mamma: quante volte abbiamo sentito questa frase? Ebbene, mai nulla di più veritiero è stato detto, e questo non è vero solamente per gli esseri umani bensì anche per gli animali. A dimostrarlo ci sono degli esemplari molto vicini a noi, si tratta dei babbuini, che sono stati studiati da alcuni scienziati che si occupano del comportamento degli animali. Questi studiosi hanno osservato che, anche con i piccoli che disgraziatamente muoiono in tenera età, le madri dimostrano un forte attaccamento e continuano a cullarli, come se nulla fosse successo, come se fossero ancora vivi.

Le osservazioni sono state fatte in Namibia, su un gruppo di una dozzina di babbuini, animali che hanno dimostrato di avere un gran senso di comunità e di famiglia. I maschi infatti sono molto protettivi verso i propri figli, li tengono al sicuro dalle minacce esterne seppur in maniera meno evidente rispetto alle madri; queste ultime infatti ricordano proprio le mamme umane nei loro gesti e nel loro prendersi cura di neonati. È stato visto un fatto alquanto strano, ovvero che quando i piccoli neonati babbuini muoiono, le loro mamme continuano a cullarli anche per dieci giorni dalla loro morte. Gli scienziati ad oggi non sono riusciti a spiegare la natura di tale comportamento anomalo.

Una spiegazione potrebbe essere che, provando un immenso dolore proprio come degli esseri umani, questi babbuini non accettino di perdere un membro della famiglia in giovane età. Per tale ragione continuerebbero a fare come se nulla fosse, come se i piccoli fossero in ottima salute. Un’altra ipotesi invece prevede che i babbuini adulti non si accorgano della morte prematura dei piccoli, si tratterebbe quindi di un malinteso. Una versione meno romantica e meno probabile, dato che lasciano passare anche dieci giorni dalla morte dei piccoli senza smettere di cullarli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here