Un cane troppo buono per la polizia: si chiama Ozzie il cane australiano che la polizia è stata costretta a “licenziare” perché non aveva le qualità richieste per il ruolo assegnatogli. Ozzie aveva pochi mesi quando è stato reclutato dagli agenti delle forze dell’ordine ed è quindi stato sottoposto a un addestramento alquanto impegnativo. Il suo compito, almeno all’inizio, era quello di dare la caccia ai criminali, ma a lungo andare i poliziotti e gli addestratori hanno capito che non era quello il suo sogno. Ozzie non è mai stato un tipo violento, piuttosto ha sempre preferito giocare con altri animali o palline.

Un cane così alle forze dell’ordine potrebbe sembrare inutile, dal momento che è abbastanza distratto per rincorrere e azzannare i criminali. Ma non tutto è perduto e al mondo c’è sempre un posto per i cuccioli dall’animo gentile come Ozzie, così, seppur licenziato dalla polizia, ha subito trovato un altro impiego, stavolta all’aeroporto. Qualcuno ha avuto l’idea di utilizzarlo al posto delle sirene o degli allarmi per spaventare gli uccelli e farli scappare via. Non è affatto un compito banale, infatti i volatili rappresentano un vero e proprio problema perché, se restassero intrappolati nelle turbine potrebbero causare gravi incidenti ai velivoli.

Adesso Ozzie il pastore tedesco trascorre le sue giornate correndo e abbaiando agli uccelli, attività che svolge con non poca soddisfazione in quanto costituisce uno dei suoi passatempi preferiti. E nel tempo libero non si annoia, ma continua ad allenarsi in quanto i suoi responsabili lo portano al parco dove può continuare a correre e giocare spaventando i suoi oramai animali preferiti. Ozzie ha trovato il lavoro dei suoi sogni: può correre per 1600 ettari di terreno, che fra poco aumenteranno ulteriormente dato che si progetta un ampliamento dell’aeroporto. È stato molto fortunato ed è molto benvoluto dai suoi collaboratori.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here