Un appello quasi disperato quello di Giulia, che ha tentato tramite un post su Facebook di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del coronavirus. Nonostante le direttive prese dal governo in questi giorni, molti continuano a ignorare la pericolosità del virus e perciò a condurre una vita normale, senza cambiare le proprie abitudini. Proprio a loro si rivolge la ragazza in uno sfogo aggressivo che però va dritto al punto della situazione. Perché è vero che si tratta “solo di un’influenza” per molti, ma è altrettanto vero che esiste una grande variabilità di sintomi ed effetti della malattia, che può manifestarsi in maniera molto grave.

In particolare Giulia è immunodepressa perché in cura con un farmaco immunosoppressore, quindi appartiene a quella categoria di persone che, se dovessero venire a contatto con il virus, potrebbero avere delle gravi conseguenze. Il suo invito pertanto è quello di non fare gli egoisti, perché alla fine a noi “sani e belli come il sole” come scrive lei, non costa nulla osservare delle regole che per lei significano la vita o la morte. E come lei ci sono migliaia di altre persone che a motivo di malattie non possono proprio permettersi di contrarre il virus. Per loro è una battaglia continua, ma può essere semplificata di parecchio se c’è collaborazione da parte di tutti.

E questo si riferisce a quelli che sono scesi dal Nord invadendo i treni che partivano da Milano, ma anche quelli che, noncuranti delle direttive ministeriali, si riuniscono in bar e locali notturni. Giulia ha invocato solo un briciolo di rispetto nei confronti di chi in questi giorni non ne sta mostrando affatto. Arrabbiata e amareggiata scrive il suo primo ed ultimo post in merito rivolto a “Voi, che non capite che la vita non ruota sempre attorno a voi”; nel frattempo spera in un cambiamento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here